Follow Me on Pinterest

Votami

Translate

sabato 25 febbraio 2012

Testare la sofferenza

Ciao a tutti,
titolo strano,vero?Ma anche no.
Questa mattina mi trovavo in ospedale,ho accompagnato mia madre per un piccolo interventino agli occhi e mentre ero seduta in sala aspetto ho assistito a una scena davvero piacevole e credo sia stato molto piacevole e gratificante per la dottoressa che ha ricevuto dei ringraziamenti da parte di un'anziana signora che si è presentata in reparto solo e unicamente con lo scopo di ringraziare il medico che l'ha aiutata e curata.
Che gratificazione per quella dottoressa!!!
E qui mi sono riaffiorati dei ricordi , di quando ho frequentato il Corso di Operatore Socio Sanitario e del tirocinio e il lavoro che ho svolto nelle strutture sanitarie e comunità di recupero (ospedali, Ser.t (servizio tossicodipendenti e comunità psichiatrica)
Quanta sofferenza!!!E anche vero,che la sofferenza la testiamo tutti ma lavorando come operatori sanitari ecc.. vai a testare la sofferenza anche degli altri.

Ma anche,quanta gratificazione quando ricevi un grazie e un sorriso degli ammalati o persone in difficoltà.

Voglio ringraziare di cuore chi si prodiga per aiutare e curare tutte le persone in difficoltà/ammalate.


Un piccolo campionario di mondo qui in "ospedale",che rispecchia la complessità e allo stesso tempo la semplicità del genere umano.Tante persone,tutte differenti, con cultura, lingua, fede diverse ma con un punto in comune:tutte a combattere la propria battaglia per la vita,tutte a ricercare il grande dono della salute ma che purtroppo è andata lentamente o aggressivamente persa.

Non sono le difficoltà a renderci migliori,ma il modo di reagire alle circostanze difficili!

Detto tutto cio' vi do un bacione della buonanotte e a domani <3 <3





2 commenti:

  1. ho testato molto da vicino la mia sofferenza e quella degli altri il tuo post mi ha commossa riportandomi alla luce esperienze molto forti ... la tua frase "Non sono le difficoltà a renderci migliori,ma il modo di reagire alle circostanze difficili!" è straordinaria è un piacere leggerti ti abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara,purtroppo,nessuno è immune dalle sofferenze ma bisogna accettarle anche se fanno tanto male ecco cosa significa per me reagire ti porta a elaborare il tutto nel modo migliore.
      un abbraccio carissima

      Elimina